Eccoci qui, con l’ennesimo articolo su San Valentino. Che lo vogliate o no, che siate fidanzati o single, il prossimo 14 febbraio parteciperemo tutti alla festa dell’amore, organizzando un appuntamento speciale, sorprendendo il nostro partner… O guardando un bel film in compagnia della propria dolce metà – o degli amici di sempre, perché no.

Sulle pagine di Tech Princess cogliamo tale occasione per proporvi tre pellicole con cui trascorrere una piacevole serata di San Valentino. Ennò! Dimenticatevi i soliti Edward Cullen e Christian Grey, i nostri film “sentimentali” vi faranno ridere a crepapelle, vi terranno incollati allo schermo e, chi lo sa, potrebbero persino strapparvi una lacrima.

Li abbiamo selezionati, li abbiamo riassunti (senza rovinarveli) e abbiamo scelto cinque parole per ciascuno di essi, per convincervi a dargli una chance.

Scott Pilgrim vs. The World

Per quanto mi riguarda, San Valentino equivale a Scott Pilgrim vs. The World. Da sette anni a questa parte, la geniale commedia di Edgar Wright è diventata parte di una vera e propria tradizione che tendo a rispettare quasi ogni anno, per rivivere le fumettose avventure di Scott Pilgrim – protagonista dell’omonimo comic ideato da Bryan Lee O’Malley – di Ramona e di tutta la compagnia di questa fantastica storia.

Siamo a Toronto, Canada. Scott è un 22enne come tanti altri: suona il basso, frequenta i party del suo quartiere e s’innamora perdutamente di ragazze misteriose. Sarà Ramona Flowers a sconvolgere la vita del nostro eroe, col suo accento americano, i suoi capelli colorati… E i suoi Sette malvagi ex. Per guadagnarsi l’opportunità di uscire con Ramona, Scott dovrà infatti affrontare e sconfiggere tutti i suoi ex-fidanzati, badass, ma anche piuttosto strambi – scopriremo in che modo sarà possibile battere un guerriero vegano.

Verremo così catapultati in avvincenti combattimenti degni dei più grandi cinecomic di Marvel e DC, conditi da eccezionali effetti speciali che richiamano la più tradizionale azione dei fumetti – e quindi dell’opera originale – e dei videogiochi, con riferimenti che non passeranno inosservati agli spettatori nerd. Troviamo inoltre un cast stellare, che vede il sempre spassoso Michael Cera affiancato da Mary Elizabeth Winstead (Ramona), Chris Evans, Anna Kendrick, il premio Oscar Brie Larson e molti altri volti noti.

La ciliegina sulla torta è la colonna sonora, potente, rock, che coinvolge la band Sex Bob-omb – in cui Scott è bassista, proprio come lo è Michael Cera – e non solo. Scopriremo, ad esempio, come la bella e talentuosa Brie Larson sia anche una straordinaria cantante.

Scott Pilgrim vs. The World è disponibile su Infinity.

Perché guardarlo in 5 parole: Nerd, Rock, Cazzuto, Cast, Ramona

Warm Bodies

Warm Bodies è stata una piacevole sorpresa. La prima volta che ho potuto dare uno sguardo a questo film è stato nel 2012, a un anno dalla sua uscita nelle sale italiane. A prima vista mi era sembrata l’ennesima pellicola romantica in stile Twilight – saga con cui condivide i produttori – ma ignoravo la vera natura di questa imperdibile opera.

La trasposizione dell’omonimo romanzo di Isaac Marion, diretta da Jonathan Levine, è una piacevole commedia in cui trovano spazio una storia d’amore appassionante ed elementi horror. Come possono convivere due (anzi, tre) generi tanto diversi? Ma soprattutto, come può uno zombie innamorarsi di una ragazza, viva e vegeta?

Warm Bodies è dunque il racconto di un’apocalisse zombie, il cui protagonista appartiene proprio a quel gruppo di erranti che sta spingendo la razza umana verso l’inesorabile estinzione; lui risponde al nome di R e ha il volto del bravissimo Nicholas Hoult, la Bestia degli X-Men. Quando il giovane non-morto incontrerà la bella Julie, sopravvissuta all’attacco del branco, R avvertirà per la prima volta una strana sensazione, quando il suo cuore inizierà a battere di nuovo. Che sia l’amore la cura all’epidemia zombie?

L’inaspettato risultato di questo mix è un film esilarante, leggero, capace di esporre un evento tragico quale la fine del mondo attraverso una visione genuinamente ottimistica. Oltre al già citato Hoult e a Teresa Palmer (Julie), nel cast fanno la sua comparsa anche Dave Franco – fratello del più celebre James – e il leggendario John Malkovich.

Warm Bodies è disponibile su Netflix.

Perché guardarlo in 5 parole: Esilarante, Atipico, Zombie, Apocalisse, Hoult

(500) giorni insieme

Concludiamo con il film potenzialmente più romantico del nostro trittico, (500) giorni inisieme – o (500) Days of Summer, se preferite. Eppure commetteremmo un grave errore definendo questo racconto “smielato”, dal momento che l’opera di Marc Webb (The Amazing Spider-Man) riesce anche a divertirci con un umorismo squisito e, allo stesso tempo, a ferirci brutalmente, assestandoci diversi pugni nello stomaco.

È il racconto di un ragazzo, Tom Hansen, e di una ragazza, Sole Finn, dal cui incontro nascerà una serie di coinvolgenti vicende in cui avremo modo di riflettere sul significato dell’amore e, in particolare, su quello della compatibilità. Sì, perché la storia d’amore dei due protagonisti è probabilmente una delle più autentiche mai concepite per il grande schermo, complici una scrittura pregevole e un’ineccepibile regia dallo stile originale, basato su una narrativa non lineare e sull’utilizzo di peculiari inquadrature.

Ci spostiamo a Los Angeles. Nonostante sia uno scrittore di cartoline, Tom non è poi così bravo con le parole quando si tratta di approcciarsi con il sesso opposto, ma ciò non lo allontanerà dal suo obiettivo: conquistare Sole, la sua nuova collega. Per entrambi sembra scattare la scintilla, ma, mentre Tom è un inguaribile romantico che crede fermamente nel vero amore, Sole non ha intenzione di lasciarsi coinvolgere in una relazione seria.

In questo caso, più che nei precedenti, la musica ricopre un ruolo da co-protagonista e alcuni brani rivestono grande importanza per il racconto stesso – come le canzoni dei The Smiths, la band preferita del protagonista, che gli permetteranno di scambiare due timide parole con la ragazza nell’iconica scena dell’ascensore. Ancora più rilevante, tuttavia, è il casting, semplicemente perfetto, con due incredibili Joseph Gordon-Levitt e Zooey Deschanel, un duo che si trova paradossalmente a suo agio sul grande schermo, molto più di tante altre coppie cinematografiche più note al pubblico.

(500) giorni insieme è disponibile su Netflix.

Perché guardarlo in 5 parole: Realistico, Protagonisti, Empatia, Musica, Regia