TechPrincess_tred_auto_a_domicilioFino ad ora la strategia per comprare un’auto nuova è sempre stata la stessa: un giro al concessionario, un’occhiata a ciò che la casa automobilistica offre, magari una prova del modello che più vi convince, qualche giorno (o settimana) per meditare sull’investimento e poi mano al portafogli. Un metodo collaudato e usato ormai da decenni, ma da qualche mese non più l’unico. A portare una novità in questo campo è una startup americana: Tred.

L’idea di base è quella che ultimamente accompagna tutte le innovazioni della nostra epoca: siamo sedentari, abbiamo poco e quindi la soluzione si chiama “a domicilio“. Cena a domicilio con JustEat, autista a domicilio con Uber, persino dottore a domicilio con MEDinACTION. Perché quindi non provare lo stesso approccio anche con la vendita delle auto?

E così i ragazzi di Tred, azienda nata in quel di Seattle e parzialmente finanziata dall’ex CEO di General Motors, Rick Wagoner, hanno deciso di tentare questa strada per venire incontro ai cambiamenti del mercato. Il funzionamento è davvero elementare: andate sul sito, scegliete l’auto che vi interessa (ibride ed elettriche comprese) e prenotate il vostro test drive. Al resto pensano gli esperti della startup che porteranno l’auto direttamente sulla soglia di casa per permettere all’aspirante acquirente di fare un giro di 30 minuti, su strade che per altro conosce, rendendo quindi l’esperienza molto più piacevole. Se poi siete indecisi tra due modelli, niente paura: possono essere portati sotto casa vostra entrambi i veicoli contemporaneamente in modo da provarli e capire quale più si adatta alle vostre esigenze.

Naturalmente il test drive non è vincolante. Niente pressioni da parte dello staff, ma solo la possibilità di provare con mano l’auto e di porre tutte le domande che vi passano per la testa. Se poi decidete che è ora di comprarla Tred vi garantisce il prezzo più basso possibile e se accidentalmente doveste imbattervi in un costo inferiore da qualche altra parte lo staff vi fermerà un assegno da 1.000 dollari per scusarsi dell’inconveniente.

Lo so, a questo punto vi chiederete come guadagna questa startup. La risposta è abbastanza semplice: il test drive si paga. Stiamo parlando di 39$ per ogni auto che deciderete di provare, con la prima consegna gratuita e nessun obbligo di provarne altre in seguito. Naturalmente a tutto questo c’è un limite, geografico purtroppo. Tred è per ora copre la sola area di Seattle con circa 20 concessionari convenzionati, ma l’idea è quella di espandersi anche perché, dopo aver raccolto quasi 2 milioni di dollari per dare il via al loro progetto, non possiamo aspettarci niente di diverse.

Se mai arrivasse in Italia voi che fareste? Approfittereste del servizio o continuereste ad usare il vecchio classico metodo che vi costringe ad andare al concessionario più vicino?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − nove =