Durante il suo ultimo keynote, Microsoft ha presentato una serie di novità legate ad una nuova generazione di sistemi Windows.

Windows 10, ultima versione del sistema operativo della casa di Redmond, sarà distribuito come aggiornamento gratuito agli utenti di Windows 7, Windows 8.1 e Windows Phone 8.1, a patto che effettuino l’upgrade entro il primo anno. Windows 10 è un sistema che si adatta a tutte le piattaforme, dal pc allo smartphone alla console, e che fa dell’accessibilità la sua feature chiave.

«Windows 10 segna l’inizio di un’era informatica più personale nel mondo dei dispositivi mobili e dei servizi cloud», ha dichiarato Satya Nadella, CEO di Microsoft«La nostra ambizione è che gli 1,5 miliardi di utenti Windows attuali si innamorino di Windows 10, e far sì che miliardi di altri utenti decidano di fare di Windows la propria casa».

Microsoft ha inoltre presentato alcune novità che arricchiranno l’esperienza di Windows 10. Tra queste, l’introduzione di Cortana su PC e tablet: l’assistente personale, che da poco ha debuttato in Italia nella sua versione definitiva, è pronta ad arrivare su dispositivi più performanti di uno smartphone. Windows 10 includerà inoltre un nuovo ed inedito browser, chiamato in codice “Project Spartan”: nato all’insegna dell’interoperabilità, ha tra le sue peculiarità una modalità di lettura anti-distrazione e l’integrazione di Cortana che permette di eseguire più velocemente le operazioni online.

Microsoft Project Spartan browser

Le novità riguardano anche Xbox Live e la nuova app di Xbox, dato che l’integrazione con Windows 10 consentirà a giocatori e sviluppatori di accedere più agevolmente alla rete di gaming del servizio Live. I giochi sviluppati con la nuova API di Windows 10 saranno nettamente migliori a livello di velocità, efficienza e grafica; sempre grazie al nuovo sistema operativo, i giocatori potranno registrare e condividere i propri gameplay, e anche eseguire lo streaming delle proprie partite direttamente dalla console, dal tablet o dal pc.

Office, il pacchetto Microsoft per la produttività, si rinnova insieme a Windows 10. L’esperienza che offre sarà improntata sulle esigenze touch dei nuovi dispositivi, con modifiche mirate effettuate in particolare su Word, Power Point ed Excel. Tra le funzioni aggiuntive già svelate a proposito, si annoverano la modalità continuum, che permetterà di passare facilmente dalla tastiera al touch, e nuove app universali che sincronizzano il contenuto in cloud su OneDrive.

Windows 10 è anche la prima piattaforma olografica al mondo: per questo motivo, include una serie di API che permetteranno agli sviluppatori di creare ologrammi tridimensionali posizionabili fisicamente, che aprano le porte per nuove strade della comunicazione mediale. Per presentare al meglio le capacità di Windows 10, Microsoft ha svelato il computer olografico più avanzato del mondo: si tratta di Microsoft HoloLens, che non necessita di cavi, telefoni e connessioni a pc. Dotato di lenti olografiche ad alta definizione e di sensori avanzati, nonché di un sistema di nuova generazione su chip e una HPU totalmente nuova, HoloLens è in grado di comprendere il mondo che lo circonda e di inserirvi ologrammi tridimensionali.

Microsoft HoloLens

Infine, Windows 10 supporta anche un dispositivo a grande schermo utile per agevolare il teamwork di ogni genere: Surface Hub, che si servirà del nuovo sistema operativo, di Skype for Business e di Office 365. Lo scopo è quello di fare in modo che membri di team anche distanti si sentano contemporaneamente nello stesso luogo, avendo la possibilità di lavorare fluidamente insieme come se fossero fisicamente vicini: per questo presenta funzioni di conferenze a distanza istantanee, una lavagna digitale e la possibilità per ogni singolo di condividere lo schermo del proprio PC, tablet o smartphone. Surface Hub sarà disponibile in due dimensioni: 55 e 84 pollici.

«Tutto riguardo a Windows 10, le esperienze, la disponibilità come servizio e l’aggiornamento gratuito, indicano che non è solo un altro prodotto, ma una relazione continua che darà valore nel tempo a tutti coloro che lo usano», commenta Terry Myerson, Executive Vicepresident of Operating System Group in Microsoft. «La nuova generazione di Windows è un impegno a liberare le persone dalle complessità della tecnologia e consentire loro di fare grandi cose».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici + sei =