Uber sembra non volersi fermare più. Nonostante le proteste dei taxisti, i copertoni in fiamme di Parigi e i ricorsi in tribunale, l’azienda americana ha deciso di continuare ad allargare la propria offerta. Il nuovo nato? Si chiama UberBOAT.

Sì, avete capito bene. Dopo gli elicotteri di Cannes e le carrozze di Milano, Uber ha deciso di darsi ai trasporti marittimi, ma solo ad Istanbul.

La capitale turca sta sperimentando da qualche settimana questo nuovo servizio, nato grazie alla partnership con la Navette-Tezman Holding e ideato per rispondere all’intenso traffico di Istanbul ma anche alla sua conformazione geografica visto che la città si trova in parte sul continente asiatico e in parte su quello europeo.

uberBOAT

Ma come funziona? Semplice: l’icona di UberBOAT comparirà sull’applicazione quando sarete vicino alla costa permettendovi di chiamare una barca che vi permetta di attraversare agilmente il Bosforo. Il costo si aggira intorno alle 50 lire locali, circa 17 Euro. Non proprio un affare se pensate che i traghetti, che coprono circa 20 rotte diverse, costano circa 2,15 lire. E allora dove sta il vantaggio? Nella quantità di passeggeri considerando che ogni motoscafo messo a disposizione da Uber può portare dalle 7 alle 10 persone.

Insomma, se andate ad Istanbul con gli amici ricordatevi di provare UberBOAT!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − quattordici =