Vi siete mai domandati cosa ci sia, chimicamente parlando, dentro un buon bicchiere di vino e soprattutto come se ne producano alcuni di altissima qualità?

Lo sanno benissimo tre giovanissimi appassionati di Enologia che hanno fondato GRAPE (Gruppo Ricerche Avanzate per l’Enologia). I tre studenti di viticoltura sanno che la buona riuscita del vino sta nel suo processo di produzione, che da secoli viene affiancato da analisi specifiche, studi approfonditi e sperimentazioni scientifiche, condotti attraverso micro-biotecnologie sempre in evoluzione.

L’idea, nata nel 2011  presso l’università di Torino, è stata quella di applicare le competenze tecnico-scientifico sviluppate in ambito accademico nel settore della viticoltura e dell’enologia.
I più innovativi servizi rivolti alla filiera viti-vinicola che GRAPE offre sono :

  • nel Settore Enologico, l’ analisi del contenuto di etil-fenoli  e  polifenolico di uve e vini.

 

Inoltre, Grape è diventata un punto di riferimento per le aziende vitivinicole per la sua offerta di controllo su particolari specie di microrganismi utili o dannosi, che conferiscono odori sgradevoli al vino.

Insomma la tecnologia di Grape è la vera e propria innovazione nel settore vitivinicolo nell’epoca del 2.0, tanto che è stata vincitrice del Premio StartCup 2010 per la migliore idea-impresa della Provincia di Cuneo!

Letizia Fontanive
Laureata presso Mediazione Linguistica a Milano e follemente innamorata di tutti i videogames per tutte le console da quando aveva 3 anni, non vuole perdersi nulla di tutto l'universo tech e videoludico. E' Final Fantasy e Kingdom Hearts dipendente, fa di Lara Croft e dei protagonisti di Assassin's Creed obiettivi a livello sportivo. Ama i gatti, sostiene di essere educata dai titoli Disney ed ha una smodata simpatia per MyLittlePony.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − diciassette =