Driiiinnn: “Settimana prossima voli a San Francisco. Contenta?
Beh direi di si; ma con che compagnia volo, giusto per curiosità?
United Airlines.

Fino a settimana scorsa non sapevo a cosa sarei andata in contro; ora, mentre sono sul volo UA902 che da Francoforte mi porterà a San Francisco, verso lacrime amare rimpiangendo le 3 ore di ritardo di Delta Airlines che, per inciso, a seguito di un reclamo si è scusata donandomi delle miglia.

Vi chiederete quale sia il problema con United Airlines. Semplice: mentre siete seduti sull’angusto sedile, provate a fissare il sedile di fronte a voi. Cosa vedete? Io niente, solo un sedile. Avete capito il problema? Il sistema di intrattenimento non è integrato a bordo del Boeing 747 che mi sta portando dall’altra parte del mondo.

Chiedo alla gentile assistente di volo: “Mi scusi, c’è un qualche modo di sopperire a questo problema?
Certo signorina, ce l’ha la nostra App? Se ce l’ha, può tranquillamente accedere al nostro database di film.

E se fossi stata sprovvista di tablet come la nonnina seduta accanto a me?

Il fato ha voluto che in questo viaggio fossi accompagnata dal mio antiquato ASUS Vivo Tab con Windows RT. Ecco appunto: Windows RT.
Attraverso il browser infatti si potrebbe accedere illimitatamente al catalogo di film dal sito www.unitedwifi.com…  ma Windows RT non permette l’installazione del plug-in necessario per far girare i film. Sono finita. Se solo avessi portato il PC…

I possessori di sistemi operativi iOS invece si troveranno in un impassel’app va scaricata a terra. In caso contrario l’unico modo per guardare un film è spendere 17 dollari per l’acquisto del wi-fi.

Il procedimento è semplice: attivate il wifi, vi collegare alla rete di bordo, accedete al sito www.unitedwifi.com, sborsate i 17 dollari e infine scaricate l’app di United Arlines.

Se avessi portato con me il tablet Android avrei ugualmente fatto una fine terribile: l’app per questo sistema operativo nemmeno esiste.

La domanda quindi sorge spontanea: perché non avvisare i passeggeri per tempo? Siamo già costretti in un’economy fin troppo stretta (e il tizio accanto a me con le ginocchia sotto al mento lo sa bene), perché torturarci così?

Come tutte le favole che si rispettino anche questa ha una morale: verificate sempre prima di partire se sia disponibile l’app della compagnia aerea con cui viaggiate e, magari, scaricatela prima di partire.

Quanto a me, non ho resistito e ho acquistato ugualmente il wifi spendendo 17 preziosissimi dollari. Se non posso guardare i film, fatemi almeno navigare!

Ecco qui un piccolo test di connessione effettuato con Speed Test. Sempre meglio di niente, non credete?

speed test wifi su volo united airlines

Per ora, dall’Oceano Atlantico, è tutto.

Cattura di schermata (1)

2 COMMENTI

    • Io se fossi in te, mi informerei sul tipo di aeromobile e comunque scaricati l’app di United prima di salire sull’aereo che non si sa mai. Oppure fai come me e paghi 17 dollari per la connessione.
      In alternativa la fortuna ti potrebbe assistere fornendoti regolarmente gli schermini :D Buona viaggio!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × due =