Vodafone ha annunciato che entro settembre 2018 terminerà l’implementazione della tecnologia NB-IoT sulla rete 4G.

La copertura nazionale attraverso la tecnologia Narrowband-IoT renderà possibili nuove applicazioni nei campi del monitoraggio ambientale e strutturale, dell’agricoltura di precisione, delle smart cities e delle smart utilities. Ad esempio sarà possibile connettere e monitorare contatori per l’efficienza dei sistemi idrici, ma anche i cassonetti dell’immondizia intelligenti e i parcheggi.

I benefici del NB-IoT

Ma che cos’è NB-IoT (Narrowband Internet of Things)? Si tratta uno standard di trasmissione dati su reti cellulari che integra le caratteristiche di una rete Low Power Wide Area (LPWA) con quelle delle reti cellulari su banda licenziata LTE 2G, 3G e 4G. Questo permette di coprire anche aree remote, rurali e sotterranee e di ridurre i consumi energetici.

Il minor consumo energetico in particolare è reso possibile da una serie di sensori che utilizzano la modalità “a riposo”, cosa che consente a quest’ultimi di durare fino a 10 anni usando le sole batterie integrate.