Vodafone approfitta di EICMA per introdurre il suo concetto di tecnologia nell’ambito di cicli e motocicli. I veicoli del futuro non saranno solo intelligenti, ma anche interconnessi fra loro.

Vodafone ad EICMA con le due ruote del futuro

La compagnia telefonica supporta già oltre 10 milioni di veicoli interconnessi fra loro grazie alla sua rete veloce, ma l’azienda nel futuro prevede molto di più. L’interazione non sarà basata unicamente sulla comunicazione fra veicolo e network, ma anche direttamente fra i veicoli. La percezione dell’ambiente circostante permetterà a moto, scooter, biciclette, e-bike ed automobili di prevedere probabili pericoli ed evitarli. Dal riconoscimento dei pedoni all’utilizzo dei sensori di prossimità per rilevare la vicinanza fra i veicoli. A sostegno della sua idea di mobilità futura, Vodafone ha presentato durante EICMA un concept di e-bike ultraconnesso: Giga Bike.

Safety Pack: l’assistenza stradale totalmente dedicata alle due ruote

Fra le novità dedicate ai motocicli, la compagnia telefonica ha introdotto anche Safety Pack. Si tratta di un dispositivo in grado di rilevare situazioni di emergenza ed inviare automaticamente una richiesta d’aiuto alla Centrale Operativa di Sicurezza. Il motociclista è immediatamente richiamato da un operatore per verificare l’effettivo stato d’emergenza. Fra le altre funzionalità di Safety Pack anche l’avviso in caso di caduta del cavalletto.

Smart ebike: la bicicletta smart difficile da rubare

La bicicletta smart presentata da Vodafone durante EICMA è bella e connessa. Realizzata in collaborazione con il prestigioso brand ZEMO, l’e-bike è in grado di comunicare costantemente con lo smartphone del proprietario. Questo permette di tenere sotto controllo parametri quali la distanza percorsa e le calorie bruciate. Non solo, se la bicicletta dovesse uscire da un’area precedentemente delineata, il proprietario riceverà una notifica sul proprio smartphone e potrà verificare in tempo reale la posizione del suo veicolo. Fra le funzioni smart c’è anche la possibilità di condividere l’utilizzo dell’e-bike solo con persone designate. L’accesso può essere facilmente garantito tramite applicazione.

Vodafone inaugura a Milano un nuovo servizio di ebike sharing con biciclette elettriche

Grazie alla collaborazione con Zehus, la compagnia telefonica ha introdotto a Milano un nuovo servizio di bike sharing caratterizzato dall’utilizzo di biciclette ibride. Le batterie non hanno necessità di essere ricaricate, grazie alla presenza della particolare dinamo realizzata da Zehus.  Sarà sufficiente infatti pedalare all’indietro (in pianura o in discesa) per ricaricare la batteria dell’e-bike. Tutto il sistema di sharing può essere agevolmente gestito tramite l’applicazione Bitride, in grado anche di mostrare la geolocalizzazione delle biciclette rispetto alla posizione dell’utente.

CONDIVIDI
Carla Stea

Appassionata di tecnologia da prima di imparare a leggere e scrivere, i miei genitori hanno ben presto smesso di regalarmi bambole per passare ai PC. Sono appassionata di qualsiasi cosa abbia bisogno di tecnologia per funzionare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × 3 =