Wanup ha presentato un report dedicato al variegato settore dei viaggi, per capire le abitudini ma anche le preferenze dei viaggiatori italiani.

Il primo dato riguarda la privacy: il 79% degli intervistati, infatti, dichiara che sarebbe disposto a condividere le proprie abitudini come consumatore per ottenere servizi personalizzati.

Il secondo aspetto che più di tutti gioca un ruolo fondamentale nella scelta del viaggio è l’alloggio: in materia di viaggi di lavoro il fattore che viene preso in considerazione è la vicinanza con il luogo di riunione, con un punteggio di ben 7,6 su 10. Allargando l’orizzonte, vediamo, invece, che il secondo punto fondamentale è la vicinanza con il centro cittadino, che guadagna ben 7,3 punti su 10. Nel momento di prenotare un hotel, il 60,9% degli intervistati dà grande importanza al punteggio dell’hotel, alle valutazioni degli ospiti e alle foto. Il 23,2% dichiara di prestare attenzione solo alle recensioni degli altri ospiti, mentre una percentuale molto piccola di viaggiatori guarda solo le fotografie (6,8%) o solo il punteggio dell’hotel (6,5%). Il 54,6% dei viaggiatori d’affari abituali italiani dichiara di essere membro di un programma di fedeltà alberghiera, contro il 45,4% che dichiara di non farne parte.

Interpellati, invece, sulla qualità del tempo libero durante un viaggio d’affari, gli italiani si esprimono così: il 56,4% ha indicato la cultura, per visitare musei, teatri, arte, giri in città ed eventi locali; seguito dalla cucina (49,1%) per provare i migliori ristoranti della città e la cucina locale; la moda (31,8%), per fare shopping e scoprire luoghi in voga o il design locale; la vita notturna (31,8%), come eventi, musica dal vivo, bar e locali; e il benessere (31%), per fare sport e altre attività salutari.

Le nuove tecnologie e le richieste dei nativi digitali hanno costretto l’industria dell’ospitalità ad affrontare nuove sfide e cogliere nuove opportunità digitali che si riflettono quindi nei programmi di fidelizzazione alberghiera e nelle abitudini degli utenti” dichiara Daniele Di Bella, Chief Commercial Officer di Wanup “Quasi il 79% dei viaggiatori d’affari abituali italiani intervistati utilizza lo smartphone per scrivere commenti o recensioni, e per condividere le proprie esperienze sui social network. Di conseguenza, le strutture alberghiere devono prestare sempre più attenzione a rendere gradevole il soggiorno dei clienti, offrendo sempre più benefici in linea con il loro stile di vita“.

E voi? Che tipo di viaggiatori siete?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 15 =