Un tempo si chiamava YotaPhone. Oggi lo smartphone con doppio display è giunto alla sua terza generazione ed è ora chiamato semplicemente Yota, anzi Yota3.

A renderlo decisamente diverso dagli smartphone a cui siamo abituati è la presenza di uno schermo da 5,2 pollici E Ink Carta II sul retro, la stessa tecnologia che siamo abituati a vedere sui nostri ebook reader e che dovrebbe permettere ai futuri possessori dello smartphone di leggere senza affaticare la vita e senza consumare eccessivamente la batteria.

Messa da parte questa insolita funzione, Yota3 si comporta come un normale smartphone: abbiamo un display AMOLED da 5,5 pollici, un processore Qualcomm Snapdragon 625 e una fotocamera da 13 megapixel con apertura f/2.2. La batteria invece è da 3.300 mAh e supporta la ricarica rapida grazie al connettore USB Type-C; manca invece il jack da 3,5 mm per le cuffie mentre è presente il lettore d’impronte.

yota3

Sfortunatamente l’originalità di Yota3 si paga, e anche parecchio. Il device, al momento disponibile solo per il mercato cinese, verrò venduto al costo di 3,699 yuan (circa 470 Euro) nella versione da 64 GB, mentre per quello da 128 GB i consumatori cinesi dovranno sbordare 4,399 yuan (circa 560 Euro).

Se arrivasse da noi, lo comprereste?

1 COMMENTO

  1. Quasi sicuramente… Sto aspettando di sapere se verrà importato.
    Preciso che è dotato di usb-C, che è lo standard del futuro e che consente tramite un adattatore dal costo di pochi euro di utilizzare tutte le cuffie da 3,5mm.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × due =