Fujifilm ha annunciato l’arrivo della nuova X-H1, una mirrorless che unisce un corpo robusto e durevole ad una qualità d’immagine superiore.

A bordo abbiamo il sistema di stabilizzazione intetegrato (IBIS), che utilizza tre accelerometri assiali, tre sensori giroscopici assiali e un doppio processore appositamente sviluppato. Questo consente alla fotocamera di raggiungere l’elevata velocità di circa 10.000 calcoli al secondo che, insieme ai meccanismi di compensazione, garantisce una qualità dell’immagine e una precisione senza compromessi.

Fujifilm X-H1 è inoltre dotata di un sensore APS-C X-Trans CMOS III e di un motore di elaborazione delle immagini ad alta velocità X-Processor Pro.

X-H1 è anche la prima fotocamera della Serie X ad includere “Eterna”, una simulazione di pellicola particolarmente utile per le riprese video. Questa modalità infatti simula la pellicola cinematografica creando colori sobri e tonalità delle ombre intense, migliorando così la libertà creativa durante la post-produzione. La fotocamera inoltre vanta un totale di 20 miglioramenti funzionali e prestazionali tra cui la modalità video 1080/120P ad alta velocità (per ottenere slow motion di 1/2, 1/4 e 1/5) per registrare filmati spettacolari, la registrazione F-log *4 su scheda SD facilitando così il flusso di lavoro, una modalità di scatto DCI 4K (4096×2160), un’impostazione della gamma dinamica di 400% (circa 12 stop), un elevato bitrate di registrazione da 200 Mbps, un microfono interno di qualità elevata (24 bit/48 kHz) e il time code.

Impossibile poi non citare la modalità di riduzione dello sfarfallio, fondatamentale per la fotografia sportiva indoor. X-H1 consente così un’esposizione stabile durante le riprese a raffica anche in presenza di illuminazione a fluorescenza e mercurio.

Da non dimenticare poi la qualità costruttiva di questa mirrorless. La nuova Fujifilm X-H1 resiste a polvere ed acqua, è pensata per resistere a temperature fino a -10° C ed è realizzata in lega di magnesio. Fujifilm ha poi modificato la struttura dove è montata la flangia di innesto obiettivo, ottenendo un corpo compatto e leggero che mantiene un’elevata precisione, una forte resistenza a urti, torsioni e altre possibili deformazioni. Infine l’aumento delle dimensioni delle particelle sulla superficie esterna della fotocamera fornisce un rivestimento antigraffio di elevata qualità con una durezza superficiale equivalente a 8H.

Immancabile poi il monitor LCD, touchscreen, da 3 pollici ed inclinabile in 3 direzioni differenti. Esiste poi una “sub-LCD” da 1,28 pollici, posto sulla parte superiore della fotocamera, che consente l’immediata visione delle informazioni di ripresa.

X-H1 sarà disponibile da marzo 2018 al prezzo indicativo di 1939,99 Euro per il solo corpo, mentre per avere il kit che include il Vertical Power Buster dovrete investire 2239,99 Euro.