Samsung si prepara a lanciare sul mercato Galaxy Note 9 ma no, non aspettatevelo troppo simile a Galaxy S9 e S9+. Il colosso coreano sembra infatti intenzionato a proporre sul mercato un device pronto a competere con i migliori PC.

Galaxy Note 9: le presunte caratteristiche tecniche

Ovviamente dovremo attendere l’annuncio ufficiale per scoprire tutto ciò che Galaxy Note 9 ha da offrire ma sicuramente troveremo a bordo il processore Exynos 9810, una variante dell’ormai conosciuto d apprezzato Snapdragon 845 di Qualcomm. Ad accompagnarlo troveremo 6 o 8 GB di RAM, mentre la memoria interna dovrebbe arrivare a 512 GB. Ma non è finita qui. Gli ultimi rumor parlano infatti della possibilità di espandere lo spazio di archiviazione usando una microSD, microSD che potrà a sua volta contenere 512GB. Insomma, Galaxy Note 9 potrebbe avere la stessa memoria interna del vostro computer.

Si parla poi di 4.000 mAh per la batteria, un apprezzato upgrade rispetto ai 3300 mAh del modello precedente, e poi di Bixby 2.0, la nuova versione dell’assistente virtuale di Samsung.

Non sorprendono invece software e design. Il primo infatti sarà probabilmente Android 8.1 Oreo, mentre il secondo dovrebbe essere in linea con quanto già visto lo scorso anno e su Galaxy S9. Il tutto accompagnato da un display Super AMOLED Infinity da 6,4 pollici con rapporto d’aspetto di 18,5:9.

Credits: Ice Universe

Quando arriverà Galaxy Note 9?

L’attesa non dovrebbe durare troppo a lungo. Probabilmente il lancio avverrà in estate, un po’ com’era accaduto lo scorso anno. Voci vicine all’azienda parlano di fine luglio, primi di agosto, un periodo che però non sembra particolarmente favorevole considerando che la maggior parte delle persone – dipendenti Samsung compresi – si concede qualche giorno di ferie proprio in quel lasso di tempo. La multinazionale asiatica potrebbe quindi optare per la fine di agosto, magari approfittando dell’IFA 2018.

E il prezzo? Al momento non abbiamo nessuna indicazione in merito ma è probabile che il device superi i 1000 Euro. Vi ricordo infatti che il precedente modello si presentò sul mercato italiano al costo di 999 Euro.