Honor 7X: le nostre impressioni dopo una settimana d’utilizzo

Honor 7X è stato presentato ufficialmente in Europa oggi. Noi abbiamo avuto la possibilità di testarlo in anteprima ed ecco la nostra idea dopo 7 giorni di utilizzo

Abbiamo avuto fra le mani Honor 7X per una settimana. Ecco le nostre prime impressioni sull’ultimo medio di gamma dell’azienda cinese, il primo con display FullView.

Honor 7X, il display non è l’unico punto di forza

Sicuramente, il display di questo smartphone attira l’attenzione. Uno schermo con rapporto d’aspetto 18:9 e pochissimi bordi a circondarlo. Un pannello IPS LCD da quasi 6″ (5,93″) molto luminoso e con buoni angoli di visuale. Considerando il rapporto d’aspetto, la risoluzione è FullHD+ (e non semplicemente FHD).

Tuttavia, a rendere interessante questo device non è solamente lo schermo. Anche la costruzione robusta, sicuramente migliorata rispetto al predecessore, contribuisce ad aumentare l’appeal del dispositivo. Un unibody in metallo (blu nel nostro caso) che dà la sensazione di robustezza pur non essendo troppo pesante.

Una settimana con Honor 7X

Testarlo per una settimana come primo device, seppur con versione software non ancora definitiva, mi ha dato modo di capire a fondo le potenzialità del phablet. Non gli ho risparmiato alcuno stress, eppure è riuscito a starmi dietro anche a livello di autonomia energetica (certo, dopo qualche ciclo di ricarica). Dopo una giornata di utilizzo, mediamente, aveva bisogno del suo caricabatterie intorno alle 19. Purtroppo, è assente lo standard USB Type-C, infatti l’ingresso è microUSB.

Per il resto, Honor 7X si è comportato piuttosto bene. Non è un camera phone, ma il doppio sensore scatta foto abbastanza buone. Ovviamente, è ancora presto per una recensione completa, possibile solo con qualche giorno di test in più ma soprattutto con la versione software definitiva.

Ecco, intanto, le specifiche principali di Honor 7X:

  • Processore: Kirin 659 octa-core (4 x 2,36GHz + 4 x 1,7 GHz);
  • RAM: 4GB;
  • Storage interno: 64GB espandibili fino a 256GB;
  • Lettore d’impronte digitali;
  • Batteria da 3340 mAh;
  • Fotocamera con doppio sensore 16+2MP (il secondo è dedicato al rilevamento della profondità di campo e quindi all’effetto sfocato);
  • Camera frontale da 8MP.
CONDIVIDI
Carla Stea

Appassionata di tecnologia da prima di imparare a leggere e scrivere, i miei genitori hanno ben presto smesso di regalarmi bambole per passare ai PC. Sono appassionata di qualsiasi cosa abbia bisogno di tecnologia per funzionare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 − 3 =