Come sarebbe il mondo senza memorie di archiviazione esterne? Sicuramente più difficile e Kingston Digital Europe lo sa bene. L’azienda infatti ha annunciato che, dal 2015, sono state spedite in tutto il mondo oltre 6 milioni di unità SSD (Kingston e HyperX) con controllori Marvell.

Il primo disco a stato solido dell’azienda a montare un controller Marvell è stato HyperX Predator PCIe SSD, lanciato nel febbraio 2015. Proprio grazie a questo controller, il drive garantisce performance di nuova generazione, che lo hanno reso un must have per i costruttori di sistemi e gli appassionati. L’anno successivo, Kingston ha rilasciato UV400, dotato del controller a quattro canali di 88SS1074, con l’obiettivo di offrire agli utenti di tutti i livelli velocità incredibili e prestazioni più elevate rispetto a un hard drive tradizionale.

Entro la fine del 2017 però la gamma dei prodotti crescerà ulteriormente: Kingston presenterà infatti la serie UV500, il suo primo disco a stato solido con tecnologia 3D NAND, che monta il controller 88SS1074, la nuova soluzione chiavi in mano (FTK) di Marvell. UV500 sarà disponibile nei fattori forma 2.5″, M.2 e mSATA, fornendo soluzioni per qualsiasi esigenza di consumatori e costruttori di sistemi. E’ infatti progettata per il tradizionale utilizzo da parte del singolo privato, ma, allo stesso tempo, grazie alla cifratura 256-bit AES e al TCG Opal 2.0n, è perfetta anche per gli utenti aziendali.

Siamo molto orgogliosi del successo raggiunto dalla nostra collaborazione con Kingston, e siamo entusiasti di continuarla presentando la nostra prima soluzione FTK sviluppata in-house sul nostro controller 88SS1074”, ha dichiarato Nigel Alvares, VP del SSD Enterprise Storage Marketing, Storage Group, di Marvell. “L’UV500 di Kingston offrirà performance 3D NAND all’avanguardia, resistenza, integrità dei dati e affidabilità, grazie all’utilizzo della nostra tecnologia NANDEdge di terza generazione, della più avanzata piattaforma per il controllo di parità a bassa densità (LDPC) e la correzione dell’errore disponibile sul mercato, integrata in tutti i nostri nuovi controller SATA, SAS e PCIe”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto + 6 =